giovedì 9 ottobre 2008

In her shoes...

Ieri sera, chiusa nella mia paranoia dovuta a ... (chi mi vuole bene lo sa già a cosa) ...
comunque bando alle ciance mi sono messa davanti a un film che mi ha stupito...
In her shoes... visto rigorosamente in inglese... eccone alcune citazioni belle:



Elizabeth Bishop [traduzione Ottavio Fatica, scitta a causa della perdita d'amore]
L’arte di perdere s’impara presto;
tante le cose col segreto intento
di andare perse che non è un disastro.
Perdi una cosa al giorno.
Con malestro
accetta chiavi perse,
un’ora al vento.
L’arte di perdere s’impara presto.
Perdi di più, più in fretta;
al peggio apprestati:
luoghi e nomi e dov’è che avevi in mente
di recarti.
Non sarà mai un disastro.
L’orologio di mamma ho perso;
e questa!
che è l’ultima di tre case nel niente.
L’arte di perdere s’impara presto.
Ho perso due città, belle.
E, più vasti,altri regni, due fiumi,
un continente.
Mi mancano, ma non è poi un disastro.
Anche perdere te (la voce, il gestoamato)
non mi smentirà. È evidente:
l’arte di perdere fin troppo presto
s’impara,
e sembra (scrivilo! )
un disastro.L'arte di perdere

-->

E' stupido essere giusti quando chi è ingiusto ottiene migliore giustizia - Esiodo

-->

Per chi aspira al primo posto, non è indecoroso fermarsi al secondo o al terzo - Cicerone

video

Tacchi? W la comodità...

Complici i dettami estetici che vogliono la donna sempre più alta e longilinea e le griffe della moda, che da varie stagioni a questa parte hanno dichiarato "out" ballerine e scarpe rasoterra, poche ormai rinunciano al fascino del tacco. Gambe slanciate e sexy e centimetri guadagnati in altezza sono solo una faccia della medaglia degli effetti regalati dai tacchi alti alle stiletto-addicted. Putroppo c’è un prezzo da pagare, a quanto pare piuttosto alto: danni al piede e costose operazioni per ripristinarne le normali funzioni sarebbero infatti all’ordine del giorno tra le habituées dello stiletto. Il grido d'allarme giunge dall’Inghilterra: a quanto riporta il Daily Mail una ricerca condotta per una marca di calzature ha portato in luce dati preoccupanti, quali la cifra di 36 milioni di euro, che è quella spesa ogni anno per interventi sul piede da danni provocati dall’uso dei tacchi. Il costo unitario per intervento va dai 1500 euro in una struttura pubblica ai 5mila euro in una clinica privata, per chi vuole tutto e subito. Raddrizzamenti delle dita, interventi su nervi danneggiati, estrazioni di unghie incarnite, eliminazioni di calli sarebbero dunque all’ordine del giorno, fino ad arrivare a interventi di chirurgia plastica ad hoc come il riempimento del tallone con un filler speciale, allo scopo di portare con naturalezza qualsiasi trampolo ai piedi, e finalmente-così promettono i chirurghi- non soffrire mai più.

Gocce di memoria.. taglienti...


"..Sono gocce di memoria

Queste lacrime nuove...

...Siamo anime in una storia...

...Incancellabile...

...Le infinte volte che mi verrai a cercare nelle mie stanze vuote

......Inestimabile...

..E inafferrabile la tua assenza che mi appartiene..

...Siamo indivisibili Siamo uguali e fragili E siamo gi� cos� lontani ...

...Con il gelo nella mente

Sto correndo verso te... .

..Siamo nella stessa sorte

Che tagliente ci cambier�...

...Aspettiamo solo un segno

Un destino, un�eternit�

...E dimmi come posso fare

per raggiungerti adesso

Per raggiungerti adesso, per raggiungere te

...Siamo gocce di un passato che non pu� pi� tornare...

Questo tempo ci ha tradito, è inafferabile

...Racconterò di te ...

Inventerò per te quello che non abbiamo...

Le promesse sono infrante.. Come pioggia su di noi

Le parole sono stanche, ma so che tu mi ascolterai

...Aspettiamo un altro viaggio, un destino, una verità...

E dimmi come posso fare per raggiungerti adesso

Per raggiungerti adesso, per raggiungere te ..."

Mi manchi Sir... e il tempo passa e le lacrime m accarezzano il viso...


video



Sto male perchè non so il perchè.. perchè non mi do una spiegazione...


perchè non c'era nessun motivo di giocare con me...


eppure sono acora qui...


eppure faccio fatica a respirare....


eppure riempi ancora tanti miei giorni...


e non riesco a dirti AdDio...

mercoledì 8 ottobre 2008

Novità.. la riforma Gelmini

"Più che una riforma, la mia credo sia una manutenzione della scuola, che
rimetta al centro la sfida educativa in collaborazione stretta con la famiglia".
Così il ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini commenta l'arrivo del sospirato e
contestato "Pacchetto scuola": quell'insieme di provvedimenti che il governo ha fatto passare con la fiducia e
che fin da subito hanno scatenato forti critiche da parte del personale
scolastico e dei sindacati. "La scuola a cui penso - precisa il ministro-
recupera dal passato alcuni principi attualissimi ma guarda al futuro,
ammodernando e colmando alcuni gap". Ma ora si annunciano scioperi e proteste
massicce. Dal voto in condotta, al controllo sulle edizioni dei libri di
testo sono tanti i punti caldi della nuova legge.Polemiche a parte, cosa sta per cambiare nella scuola degli italiani? Ecco i
principali interventi. Maestro unico. Nella scuola elementare, a partire
dall'anno scolastico 2009-2010, cominciando dalla prima classe del ciclo, i
bambini avranno un solo insegnante destinato a coprire 24 ore settimanali.
L'estensione dell'orario scolastico sarà comunque garantita (ma non l'attività
didattica in senso stretto).Bocciature. Dopo le polemiche sull’interpretazione dall’art. 3 del decreto, che
apriva alla possibilità di bocciare gli alunni con il 5 in condotta fin dalle
elementari, un emendamento stabilisce che la bocciatura degli alunni dovrà
essere decisa all’unanimità dal consiglio di classe.Materie di studio. Viene
reintrodotto lo studio dell'educazione civica, l'educazione stradale, il voto in
condotta e i voti accompagnati da un giudizio «esplicativo dei risultati
ottenuti».Stop alle riedizioni dei libri - L'adozione dei libri di testo avverrà
con cadenza quinquennale.Edilizia scolastica - Al fine di porre rimedio alle
emergenze strutturali in cui versano migliaia di scuole, si «destina un
finanziamento di interventi per l’edilizia scolastica e la messa in sicurezza
degli istituti scolastici ovvero di impianti e strutture sportive dei
medesimi»Voto in decimi - Torna per l'esame di terza media (archiviando i
giudizi - sufficiente, buono, distinto, ottimo - con i quali finora si
concludeva il percorso di studi): "l'esito dell'esame conclusivo del primo ciclo
è espresso con valutazione complessiva in decimi e illustrato con una
certificazione analitica dei traguardi di competenza e del livello globale di
maturazione raggiunti dall'alunno".

http://notizie.alice.it/cronaca/scuola_voto_di_fiducia_sul_decreto_gelmini.html

mercoledì 1 ottobre 2008

Bambaren - le onde del mare

"Sii come le onde del mare,
che pur infrangendosi contro gli scogli
hanno la forza di ricominciare.
-Sergio Bambarèn-



Avere sempre la forza di ricominciare...

è difficile... molto...

passare dall'Inferno al Paradiso è semplice, leggero... è un attimo volare...

il problema è quando torni a cadere tra le fiamme e nulla di tutto quello che ti circonda ti soddisfa...

sai di saper amare inutilmente e alla follia... ma questo non serve a niente...

sai di saper dare tanto alle persone...

sai che la vita non può sorriderti sempre e sai che se vuoi raggiungerei tuoi obiettivi puoi farcela...

e allora riprendere di nuovo in mano la vita...


Cibi ed emotività

I cibi che mangiamo sono in grado di influenzare ciò che siamo e ciò che proviamo.
Possono renderci più o meno sicuri di noi stessi, possono aumentare la concentrazione, la determinazione o l'aggressività.
Anzitutto, va sottolineato che una dieta monotona o sbilanciata intossica l'organismo provocando risveglio difficoltoso, bocca amara, lingua patinata, stato dell'umore peggiorato e instabile. Questo rende molto importante il variare, il mangiare un pò di tutto, non siate pigri e sperimentate sempre cibi nuovi, comunque, dando a pane, pasta, riso e patate il giusto spazio.Infatti, pane , pasta riso e patate sono in grado di calmarci placando ansia e nervosismo poichè contengono il triptofano, un amminoacido essenziale, che favorisce il rilascio della serotonina noto neurotrasmettitore che da benessere e calma.Tra gli amminoacidi, che sono costituenti essenziali delle proteine, c'è anche la tirosina in grado di favorire la comunicazione tra le cellule celebrali, ossia, di migliorare l'umore e contrastare le emozioni negative.Un altro importante amminoacido è l' acido glutammico, che è in grado di dare maggiore chierezza di idee e vivacità di pensiero quindi: determinazione e sicurezza.Invece, cacao, caffè, tè e bevande a base di cola e alcol contengono sostanze nervine eccitanti il sistema nervoso e sono poco indicate per gli ansiosi.Per migliorare la memoria, invece, servono vitaminemine e sali minerali contenute in frutta e verdura.Carne e grassi saturi incrementa i livelli di aggressività predisponendo a collera, animosità, ira.Inoltre, il consumo eccessivo di prodotti animali in genere causa emozioni quali risentimento, senso di inadeguatezza, depressione, paura, instabilità emotiva, ostilità, perdita di controllo.Mangiate meno carne e molti più legumi, poichè essi attenuano la diffidenza, soprattutto i piselli.La neurobiologia ha stabilito alcuni legami tra cibi e emozioni:
Agrumi = Allontanano la malinconia e stimolano il cervello
Ananas = Fiducia in se stessi, sicurezza
Avocado = Buona memoria
Bacche in generale = Purezza di pensiero
Banane = Calma e umiltà
Barbabietola = Coraggio
Ciliegie = Allegria
Datteri = Tenerezza, dolcezza
Fichi = Attenuano l'intransigenza
Fragole = Dignità
Frumento = Risolutezza
Granaglie = Forza di carattere
Lamponi = Amabilità
Lattuga = Calma
Mandorle = Controllo sessuale
Noce di cocco = Spiritualità
Uva = Devozione e divino amore
Pere = Serenità
Pesche = Altruismo
Pomodori = Energia mentale
Latte di mucca = Entusiasmo ed energia spirituale
Miele = Autocontrollo
Riso integrale = Mitezza
Sciroppo d'acero = Freschezza mentale
Spinaci = Semplicità
Tuorlo d'uovo = Energia diretta esternamente

Micini Innamorati...


L'amore e l'estate...



In estate è più facile perdere la testa. Gli amori estivi hanno un sapore speciale. Si vive un momento di fuga dalla quotidianità: la mente è più libera da pensieri e si dimostra più disponibile. Generalmente l’estate è anche il periodo in cui ci si prende più cura di sé, del proprio fisico, e ci si “spoglia” per indossare indumenti leggeri che fanno apparire il proprio corpo all’altro sesso.
A luglio e agosto si perde facilmente il contatto con la realtà e non si immagina il rapporto amoroso nella vita quotidiana: tutto diventa quasi irreale, soprattutto quando il luogo degli amori è la spiaggia dove è facile fare nuove conoscenze. Non è il momento ideale per far sbocciare nuovi amori ma è il momento della passione, delle avventure e del sesso, anche se in fondo si spera che sia la persona giusta per una storia vera e duratura. Purtroppo poche sono le storie che iniziano così, per gioco, e poi durano nel tempo.
Godersi appieno l’avventura estiva non vuol dire non considerare i rischi del sesso: il problema contraccezione e malattie sessualmente trasmissibili deve essere affrontato perché, se l’estate è il periodo degli amori “mordi e fuggi”, è anche il periodo in cui vengono trasmesse più malattie. In effetti le visite ginecologiche per questi problemi aumentano a settembre.
Le ragazze possono assumere la pillola come metodo contraccettivo ma il preservativo rimane in assoluto l’unico metodo per evitare la trasmissione di virus e batteri.
Il segreto per godersi appieno una storia estiva è quindi quello di proteggersi da un’eventuale gravidanza e dalle malattie sessualmente trasmissibili, e, sul lato psicologico, avere la consapevolezza che l’avventura finirà alla fine della vacanza: solo così si può riuscire a separarsi dal nuovo e breve amore con dolcezza, portarlo in sé come un bellissimo ricordo, ed evitare che porti una sofferenza al rientro: ci si deve convincere che la storia estiva finisce con la partenza.